Quantcast

Photography

The art of taking photographs.

JUNGLE WEDDING

JUNGLE WEDDING 800 1200 Ilenia Costantino

Editorial Project

Questo progetto nasce dall’unione di 4 menti creative.

La mia, quella di Dalia, Danila e Omar, rispettivamente
Fotografa, videomaker e wedding planner.
Insieme abbiamo pensato di progettare un matrimonio un po’ fuori dal comune.
Un matrimonio per due persone che sorridono alla vita, innamorate e fuori dagli schemi.
Con le decorazioni floreali di Miriam abbiamo trasformato la splendida cornice ottocentesca di Villa Pina in una giungla colorata, creando così un mix eccentrico e moderno, adatto a due spiriti liberi come Stefano e Pamela.
Per loro abbiamo pensato ad un rito intimo e simbolico, Stefano e Pamela si dicono si sulla suggestiva terrazza della villa, che non ha bisogno di allestimenti troppo imponenti per svelare la sua bellezza.
Il loro si è quasi un rituale e per questo abbiamo scelto le fedi di Linea laboratorio orafo, fatte a mano e con molta cura dalla bravissima Elena.
La sobrietà del rito lascia il posto alla stravaganza della tavola: un insieme di colori accesi, fiori e piante tropicali e una stationery unica, fatta a mano dalla bravissima Calligrafa Valentina.
L’ abito di Pamela, di Atelier Eme, è un abito romantico ma allo stesso tempo grintoso, che si trasforma in qualcosa di più sexy e comodo per la festa.
Per Stefano, abbiamo optato per un abito di Medlar’s più classico, ma allo stesso tempo molto versatile. Un abito che con semplici cambiamenti trasforma lo sposo da eccentrico dandy a un vero spirito libero.
Le mie immagini da “copertina” saranno poi accompagnate da una serie di micro racconti che descriveranno il team all’opera e tutto quello che c’è dietro l’organizzazione di un set fotografico, con la sensibilità che contraddistingue le immagini della videomaker Dalia.

I FILTRI DEL MALE

I FILTRI DEL MALE 800 1200 Ilenia Costantino

Quanto i filtri di Instagram stanno cambiando la percezione che abbiamo di noi stessi.

 

L’altro giorno ho deciso di uscire dalla mia comfort zone (odio essere fotografata più di quanto odio melone) e realizzare un autoritratto. Un bel ritratto.

Un ritratto che di solito avrei scattato per i miei clienti.

Come dopo ogni servizio mi sono occupata della post produzione, cioè di tutti quei passaggi di fotoritocco per rendere lo scatto migliore.

Così, guardando bene il mio volto ho notato i tanti segni che mi porto sulla pelle.

Quei segni che raccontano tante cose di me.

Come la ruga dal naso alla bocca, che vi dice che sono una persona che ama ridere e che ha la fortuna di farlo molo spesso nella vita.

O come il mento, tutto segnato a causa della mascherina che vi dice che non sono una no-mask 🤣

O ancora, le rughe vicino alle sopracciglia, che dimostrano la mia propensione a mettermi sempre sotto al sole nelle ore più calde senza occhiali da sole 😎

Tutti questi segni tendiamo a cancellarli tramite i filtri di Instagram.

Siamo ormai abituati a vedere i nostri visi sempre perfetti, con la pelle levigata e senza pori, i capelli in ordine, una leggera abbronzatura e gli occhi grandissimi.

Questi filtri sono diventati parte integrante di noi a tal punto da non riconoscere più i nostri difetti e le nostre imperfezioni.

Ma sono proprio questi segni che raccontano la nostra storia!

I segni che abbiamo ci rendono autentici, unici e allora perchè cancellarli?

Infatti, anche per la post produzione dei miei servizi fotografici, i ritocchi sono sempre minimi.

Tolgo dei piccoli segni momentanei, tipo il brufoletto da patatine fritte o l’herpes uscito fuori per l’ansia da matrimonio. Tutto qua.

Non vedrete mai stravolgimenti strani, non vi trasformerò mai in un’altra persona.

Perchè noi siamo questo.

Io sono questo.

FOR WOMEN ONLY

FOR WOMEN ONLY 800 1200 Ilenia Costantino

“Mi chiesi se gli uomini si guardano mai allo specchio, e trovino in sé stessi dei difetti fondamentali.
Quando aprono un giornale o guardano un film, s’imbattono unicamente in giovani di eccezionale bellezza che li intimidiscono facendoli sentire inferiori perché non sono altrettanto giovani e belli? Poi leggono articoli che ridicolizzano quegli stessi uomini belli se acquistano peso o indossano qualcosa che non gli dona?” Eleanor Oliphant sta benissimo – Gail Honeyman.

 

La giornata di shooting dedicata alla donne nasce proprio da questa mia lettura.
Una giornata in cui ci si ama per quello che si è .
Una giornata nata per riscrivere i canoni di bellezza che ci sono stati imposti e per capire che siamo tutte splendide, così come madre natura ci ha fatte!

Sono contenta di essere riuscita nel mio intento, di essere riuscita a farvi star bene e a farvi emozionare.

Grazie di cuore a tutte le persone che hanno reso speciale questa giornata insieme a me, e grazie a tutte voi che vi siete affidate a me!

MUA: Vanessa Vastola

Flowers: Jessica Flowers Lab

Dress: Merry Go Round

Comunicazione: Susi Mauri

NATALE 2020

NATALE 2020 1800 1200 Ilenia Costantino

REGALA UN’EMOZIONE

 

Probabilmente questo sarà il primo Natale che passeremo lontano dai nostri cari. E mai come quest’anno abbiamo capito l’importanza della famiglia e dei nostri affetti.

Per l’occasione ho deciso di scontare, DA OGGI FINO AL 22 DICEMBRE, tutti i servizi fotografici ( KIDS – FAMILY – MATERNITY – BOOK -PETS ) acquistabili con le gift card.

Chi regala un servizio fotografico non regala solo una foto. Regala un’esperienza. Regala un’emozione che verrà immortalata per il resto della vostra vita.

A voi non resta che scegliere il servizio fotografico da regalare, e a tutto il resto ci penserò io.

Se vuoi avere più informazioni ecco qui il PDF

Per ricevere il listino con i prezzi scontati manda una mail a ilenia.costantino@gmail.com

FESTA DELLA MAMMA

FESTA DELLA MAMMA 533 800 Ilenia Costantino

Non sai più come sorprendere tua moglie, tua mamma o la tua migliore amica?

Per la festa della mamma regalale qualcosa di unico, moderno e indimenticabile.

Regalale un servizio fotografico!

Per l’occasione ho deciso di scontare, dal 1 al 10 maggio, tutti i servizi fotografici di maternità, ritratto e bambini.

Apri il pdf con le indicazioni della promozione:

PDF_MAMME

Qualche scatto

E per l’occasione ho creato anche un nuovo video.

MINI SESSIONE NATALIZIA

MINI SESSIONE NATALIZIA 2362 2362 Ilenia Costantino

Sta arrivando il Natale, e con lui l’ansia dei regali!

Ma non preoccupatevi, c’è una sorpresa per voi!

Solo 6 posti disponibili per delle mini sessioni fotografiche natalizie, a prezzi super scontati.

COSA ASPETTATE?

Avrete un bellissimo ricordo dei vostri bambini e risolverete anche il PROBLEMA REGALI DI NATALE!

Prenota il tuo servizio sabato 30 novembre!

 

Anche quest’anno per lanciare il servizio fotografico natalizio ho avuto i miei due modelli preferiti, i miei due nipotini.

Nella gallery potrete vedere le foto da copertina, quelle che userò ufficialmente su sito e social per farmi pubblicità e per far venire a tutti voi la voglia di avere un bellissimo ricordo di Natale 2019 da poter anche regalare a nonni, parenti e amici.

Ma quest’anno ho voluto fare qualcosa in più.

Ho voluto mostravi il dietro le quinte, le foto che rappresentano i miei nipotini al 100%, quelle che mia sorella non darà mai ai nonni, ma quelle che terrà lei e che continuerà a riguardare riconoscendo perfettamente le sue due piccole pesti.

Ancora indecisi?

Scrivimi per avere maggiori informazioni!

 

 

(Intanto qua sotto potete vedere prima le foto ufficiali e subito dopo le foto del delirio, tipo Giangi che si ricorda di aver già fatto un servizio fotografico natalizio due anni fa e vuole rimettersi a tutti i costi il vestito da elfo che aveva usato in quell’occasione e si fa aiutare da sua sorella.. )

ilenia costantino fotografa - fotografo mariano comense - fotografo aziende - 10

IL MIO PRIMO SERVIZIO DI MODA

IL MIO PRIMO SERVIZIO DI MODA 1200 1800 Ilenia Costantino

Succede spesso che io mi dimentichi di pubblicare alcuni lavori, soprattutto in periodi veramente impegnativi.

E questo è stato un periodo (o forse un anno) pienissimo.

Tra i vari lavori dimenticati, e mai pubblicati, c’è il mio primo servizio di moda, fatto per il magnifico negozio d’abbigliamento Merry Go Round di Milano, di cui sono un’affezionata cliente.

Partiamo dall’inizio.

Ho iniziato la mia carriera fotografica proprio da qua, dalla moda.

Ho insistito con tutte le mie forze per poter andare a fare lo stage in uno studio fotografico di moda, nonostante i professori me lo sconsigliassero (forse mi conoscevano più di quanto io conosca me stessa).

Ho lottato anche contro i fotografi che non avrebbero mai voluto prendere un’assistente donna, perchè secondo loro non sarei stata in grado di reggere gli sforzi fisici richiesti da questo ambiente.

Ma alla fine ce l’ho fatta.

Ho convinto i fotografi a prendere me.

Li ho convinti assicurandogli che non ci sarebbe stata alcuna differenza tra un uomo e una donna.

Anzi sarebbe stato migliore l’aiuto di una donna, il mio soprattutto.

Così ho iniziato a lavorare in questo settore.

A lavorare duramente e a imparare tantissimo.

Ad assorbire tutto quello che potevo sull’utilizzo delle luci, il montaggio di un set fotografico, la gestione dei casting, ecc..

Ma ho scoperto anche cosa vuol dire l’ansia, la paura di essere giudicati, la nausea al risveglio, e il temine “parafulmine”.

Perchè è così che chiamano gli assistenti.

Parafulmini.

Tutto quello che succede di negativo su un set fotografico di moda è colpa dell’assistente, detto appunto “parafulmine”.

Ho capito così cosa intendeva il mio professore quando mi ha detto, squadrandomi dall’alto verso il basso (pantaloni macchiati dai liquidi per lo sviluppo delle pellicole, Vans rotte e felpa con le maniche consumate) : “Ilenia, ma sei sicura? Questo non è l’ambiente che fa per te!”

All’inizio non gli avevo dato troppo peso, anzi, l’avevo presa quasi come un’offesa.

Ma poi col tempo ho capito.

Ho capito che i miei vestiti parlavano per me.

Non sono una che si preoccupa molto delle apparenze, per me l’importante è quello che c’è dentro, così mi è stato insegnato.

Invece, nella moda, contano tantissimo le apparenze.

Alla fine la moda è questo, apparire.

Così, quando ho iniziato a non sopportare più il mal di pancia al mattino ho deciso di abbandonare questo settore e dedicarmi ad altro.

Ma con MGR è stata tutta un’altra storia.

Partiamo dal presupposto che io ora sono una persona diversa, più forte, più matura.

Il mal di pancia non mi viene più per nessuno (se non per mio marito).

E poi con MGR non esiste mal di pancia.

Il clima con loro è sempre rilassato, non ti senti giudicato, non sei sotto una lente d’ingrandimento.

Anzi, il bello del team di MGR è che è formato da persone vere.

A partire da Cristina, la proprietaria.

Una persona con cui lavorerei tutti i giorni, professionale, umana e rilassata, ma soprattutto con un gusto da fare invidia ad Anna Wintour.

Passando poi per il team del negozio.

Non le classiche persone che fanno di tutto per venderti qualcosa, anzi, sanno consigliarti al meglio e farti sentire una vera figa (cosa che succede raramente).

Finendo poi con il diavolo, i loro abiti, che creano una vera e propria dipendenza.

Tanto da voler lasciare la macchina fotografica alla modella e mettermi dall’altra parte dell’obiettivo per provare tutti i loro magnifici vestiti.

(Alla fine ho deciso di scattare le foto alla vera modella per poi passare in negozio da loro e comprare un sacco di vestiti. Qua sotto potete vedere il risultato delle foto)

Model: Carolina Vignudo

Styling: Cristina Doneddu e Fabrizio Mallimaci

MUA: Vanessa Vastola

fotografo maternita - ilenia costantino fotografa - 32

FESTA DELLA MAMMA

FESTA DELLA MAMMA 800 1200 Ilenia Costantino

Questo è il video che ho realizzato per la Festa della Mamma.

Un video con tutte, o quasi, le mamme che sono passate davanti al mio obiettivo.

Mamme belle, semplici, sorridenti e innamorate della vita.
Foto senza troppi fronzoli perchè nelle mie foto, soprattutto in quelle della maternità, cerco di far parlare le emozioni.

fotografo mariano comense- ilenia costantino fotografa - 8

VICINI

VICINI 1800 1200 Ilenia Costantino

Sono sempre stata fortunata in quanto a vicinato.
Sono cresciuta in un condominio fantastico come pochi, circondata da un giardino enorme in cui poter giocare con tutti i miei amici del condominio e le loro belle famiglie.
Quando mi sono trasferita a Cernobbio mi sono ritrovata in un altro bellissimo ambiente familiare, in uno dei posti più belli d’Italia.
Nel frattempo ho aperto lo studio a Cantù, prima nel retro dell’agenzia Viaggi di Dana, che poi è diventato il Rebelot di Silvia.
Insieme a loro ho passato delle bellissime giornate e degli anni davvero spensierati.
Da Cernobbio poi, mi sono trasferita a Inverigo, per la precisione Guiano, nella casa dei miei sogni, in mezzo alla natura e con un vicinato splendido che è diventato quasi una famiglia.
Contemporaneamente ho trasferito il mio studio da Cantù a Mariano, nel quartiere dove sono nata e cresciuta.
Un quartiere che ha delle grandissime potenzialità, ma che purtroppo è popolato per la stragrande maggioranza da brutti brontoloni brianzoli, che offuscano le cose belle del quartiere.
Lo studio ora lo condivido con Monica, che ha un laboratorio speciale, un laboratorio che a una certa ora s’illumina di luce magica e sembra che i personaggi che lo popolano (fatti tutti a mano da lei) prendano vita.
Poi c’è Gabriele, con lui condivido la pausa caffè.
Abita e lavora vicino al mio studio, e anche lui fa parte delle belle realtà di Mariano.

Nella gallery qualche foto di Mariano Comense fatta quest’inverno.

E poi ci sono tre ritratti: Monica, Gabriele e Jack, il mio assistente e mio marito, anche lui fa parte delle belle cose di Sant’Ambrogio.